LOW METAL

Recupero di metalli pesanti da reflui di allevamento attraverso cicli di fitodepurazione a basso costo è un progetto finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (MIPAAF) tra i progetti speciali in materie agricole, alimentali e forestali. Coordinato dall'Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Bioscienze, in collaborazione con  Scienze Veterinarie per la salute animale.

La contaminazione delle acque da metalli pesanti rappresenta un problema ecologico che provoca gravi effetti sull'equilibrio degli ecosistemi e sulla salute dell'uomo. I metalli pesanti entrano nel ciclo dell'acqua principalmente attraverso l'uso di fertilizzanti chimici e di concimi zootecnici, ma sono presenti anche nei mangimi animali come additivi nutrizionali. Questi  solo in parte vengono assorbiti dall'organismo e sono rilasciati nell'ambiente sotto forma di deiezioni.
Il progetto LOW METAL mira a validare una strategia efficace di depurazione a basso costo per la gestione ecosostenibile delle acque all'interno di realtà agro-zootecniche rappresentative delle principali produzioni animali italiane.
il Consorzio Italbiotec supporta la strategia di comunicazione di LOW METAL e la valorizzazione dei risultati della ricerca.

Allestimento dell'impianto pilota di fitodepurazione per testare la capacità delle specie vegetali
Typha latifoglia e Thelyipteris palustris di sottrarre metalli dalle acque contaminate