Power

Renewable P-fertilizer from livestock effluent to prevent water eutrophication è il progetto finanziato da Fondazione CARIPLO nel contesto del Bando per la Ricerca sull'Inquinamento dell'acqua e per una correttta gestione della risorsa idrica, coordinato dall’Università degli Studi di Milano - Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali- DISAA e sviluppato in collaborazione con l’Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste – ERSAF e il Consorzio Italbiotec.

L’acqua e il suolo sono risorse non rinnovabili la cui qualità è fortemente a rischio a causa delle attività umane. L’uso dei fertilizzanti e degli effluenti d’allevamento hanno contribuito negli ultimi decenni a generare un processo d’inquinamento dei corpi idrici, noto come “eutrofizzazione”, e una riduzione della qualità dei suoli.

POWER, utilizzando di tecniche analitiche avanzate, si pone l'obiettivo di definire le specie chimiche di fosforo, principale causa dell’inquinamento dei corpi idrici superficiali e del fenomeno di eutrofizzazione, in suoli rappresentativi della realtà agricola Lombarda sottoposti ad eccessivi apporti di concimi minerali o effluenti di allevamento.

I principali risultati che si potranno ottenere dal progetto POWER saranno: - acquisire conoscenze circa le specie chimiche di P accumulato nei suoli e presenti nei digestati, maggiormente suscettibili al trasporto verso i corpi idrici; - individuare le migliori strategie per limitare l’accumulo nei suoli di P non assimilabile dai vegetali ma potenzialmente inquinante per le acque; - mettere a punto una tecnica atta a recuperare P sotto forma di struvite, a valle dei processi di digestione anaerobica di effluenti, da utilizzarsi quale fertilizzante rinnovabile; - applicare la tecnica di LCA per valutare il recupero della struvite dai digestati.